Progetto AThEME: Advancing the European Multilingual Experience


Questo testo è di proprietà di Bilinguismo Conta e ne è stata autorizzata la riproduzione.


Multilinguismo in Europa

Il multilinguismo fa parte della vita di un numero sempre crescente di cittadini europei. Nel 2014 in Europa si registrano 24 lingue ufficiali e di lavoro, e più di 60 lingue regionali e di minoranza. Inoltre, l’immigrazione e la libertà di spostamento tra i paesi stanno portando sempre più persone in contatto con altre lingue. L’Europa ha l’obiettivo di far parlare a ogni cittadino due lingue diverse oltre alla lingua nativa.

Anche in considerazione del numero sempre maggiore di persone che crescono con più di una lingua è particolarmente importante capire cosa significhi oggi essere multilingue in Europa. L’atteggiamento stesso dei cittadini europei riflette l’importanza crescente di questa domanda: infatti, se nel 2001 solo il 42% degli europei credeva che la conoscenza delle lingue straniere fosse importante, nel 2012 più del doppio (88%) è di questa opinione.

 

Bilingualism matters e AThEME: lavorare insieme per un obiettivo condiviso

Bilingualism Matters intende comunicare informazioni aggiornate e autorevoli sul plurilinguismo a famiglie, educatori e politici, perché crede nella possibilità di superare la separazione tra ricercatori e comunità civile, coinvolgendo il pubblico nella ricerca innovativa.

AThEME riunisce studiosi da tutta l’Europa per raggiungere un obiettivo comune: capire come il multilinguismo funziona in tutti i livelli della società in Europa. Bilingualism Matters cercherà di far sì che i risultati del progetto siano impiegati per migliorare la vita di tutti i giorni dei cittadini europei, organizzando incontri per gli insegnanti di lingue, informando i politici sui risultati raggiunti e le loro conseguenze operative, come per esempio quale sia il modo migliore di recuperare linguisticamente una persona bilingue dopo un ictus.

Lavorando con i ricercatori di AThEME, Bilingualism Matters può diffondere i risultati del progetto e influenzare scelte politiche a livello locale, nazionale ed europeo. Per fare ciò nei prossimi cinque anni Bilinguism matters attingerà ai risultati della ricerca di AThEME per:

  • stabilire una rete coordinata di diffusione in Europa
  • produrre ogni anno indicazioni su temi di lingua ed educazione, sanità e cultura
  • organizzare incontri per un confronto di competenze in ogni paese partecipante
  • partecipare ai festival delle lingue
  • informare il pubblico con depliants, presentazioni, interviste, e pagine web.

Per maggiori dettagli sul progetto AThEME, compresa la lista delle istituzioni partner e dei centri di Bilingualism matters in Europa, si può consultare il sito del progetto.

 

Bilingualism Matters è stato fondato dalla Professoressa Antonella Sorace dell'Università di Edimburgo.

 

Bilingualism Matters@Rijeka è stato istituito nell'ambito del progetto „Advancing the European Multilingual Experience (AThEME)”.

 

Questo progetto è finanziato dall'Unione Europea nell'ambito del Settimo programma quadro per la ricerca, lo sviluppo tecnologico e la dimostrazione con l'accordo di sovvenzione n.  613465.