La Biblioteca austriaca di Fiume

Autrici: Prof. Aneta Stojić, coordinatrice scientifica della Biblioteca austriaca di Fiume, e dott. Ema Josipović

Pubblicato il 6 maggio 2016

 

La Biblioteca austriaca di Fiume (Österreich Bibliothek Rijeka) è una delle 65 biblioteche austriache fondate dal Ministero degli Affari Esteri della Repubblica d’Austria in più di 28 paesi. In Croazia ce ne sono quattro: a Osijek, Fiume, Zara e Zagabria. La Biblioteca austriaca di Fiume è stata inaugurata il 23 settembre 2011 presso la sede della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Fiume, in virtù degli stretti rapporti storici tra l’Austria e la Croazia, facilitando notevolmente la ricerca bibliografica agli studenti di germanistica. La biblioteca è situata presso il Dipartimento di germanistica, dispone di una sala di lettura ed è adibita al servizio di prestito di volumi monografici e periodici. Il fondo librario della biblioteca comprende oltre 3300 titoli, che coprono per lo più il settore della letteratura austriaca, nonché quelli della linguistica, storia, psicologia, sociologia e teoria della letteratura. È in corso di realizzazione il catalogo online che faciliterà ulteriormente la ricerca e il prestito dei volumi.

Oltre a consentire e agevolare l’accesso alle fonti bibliografiche letterarie e scientifiche provenienti dall’Austria, la Biblioteca austriaca di Fiume riveste un ruolo rilevante nella promozione della lingua e cultura tedesca in senso lato, che hanno una lunga tradizione nel nostro territorio. Inoltre, assume la funzione di perno per la coordinazione di diversi avvenimenti culturali. In collaborazione con il Forum austriaco di cultura di Zagabria essa organizza regolarmente numerose manifestazioni, tra cui enumeriamo le serate letterarie di eminenti autori austriaci e autori in ascesa, le serate cinematografiche con proiezioni di film austriaci, le mostre di artisti austriaci e simili. Alcuni degli avvenimenti hanno luogo nella sede della caffetteria-libreria Dnevni boravak, che si trova nel centro di Fiume. Inoltre, i membri della Biblioteca austriaca di Fiume organizzano, in collaborazione con le università della Repubblica d’Austria, vari workshop professionali e scientifici, lezioni, convegni, ecc. I suddetti eventi sono destinati in primo luogo agli studenti di germanistica, sebbene i workshop professionali vengano frequentati spesso e volentieri anche dai professori di tedesco della Regione litoraneo-montana, con i quali la Biblioteca austriaca di Fiume collabora in seno al Consiglio professionale regionale per la lingua tedesca (per le scuole elementari e medie-superiori). Al fine di attirare il maggior numero possibile di fruitori, tutte le manifestazioni vengono realizzate, accanto alla lingua tedesca, anche in croato, e qualche volta anche in inglese.

Con l’obiettivo di promuovere la lingua tedesca, sono stati avviati diversi progetti a cui partecipano come volontari gli studenti di germanistica della Facoltà di Lettere e Filosofia di Fiume. Ai progetti prendono parte fruitori di tutte le età, dai più giovani (come i bambini di età prescolare che partecipano a vari workshop ed eventi), fino alle fasce più mature (come i pensionati del comune di Kostrena che frequentano i corsi di lingua tedesca).

Per ulteriori informazioni inerenti alla biblioteca e al suo programma, Vi invitiamo a consultare il seguente indirizzo web:

http://oesterreichbibliothekrijeka.jimdo.com/

Traduzione dalla lingua croata: Nada Poropat Jeletić, PhD

 

Lo studio delle lingue straniere a Fiume e nei dintorni: descrizione e finalità

Autrici: Branka Drljača Margić, PhD e Irena Vodopija-Krstanović, PhD

Pubblicato il 6 giugno 2014

 

A Fiume e dintorni le lingue straniere incominciano ad essere introdotte fin dalla più tenera età. Nei programmi ad orario continuato di alcune scuole materne si offre l'apprendimento dell'inglese e dell'italiano a partire dai quattro anni d’età. In alcuni asili l'apprendimento della lingua inglese viene realizzato nell'ambito delle attività opzionali, in genere due volte a settimana. Per quanto riguarda il programma per le minoranze nazionali, in alcuni asili di Fiume viene gestito un programma a orario continuato in lingua italiana per gli appartenenti alla minoranza nazionale italiana. Il programma offerto dagli Asili di Fiume si trova qui.

Nelle scuole primarie l’apprendimento della lingua straniera inizia dalla prima classe, mentre la seconda lingua straniera viene introdotta dalla quarta classe nel quadro delle materie opzionali. La maggior parte dei bambini sceglie la lingua straniera come materia opzionale. In questo modo, tutti i bambini hanno accesso all'apprendimento formale delle lingue straniere nel corso dell'istruzione obbligatoria gratuita. Gli insegnanti di lingue straniere possiedono le necessarie conoscenze e competenze, sia linguistiche che pedagogiche, conseguite all’università. Nella maggior parte delle scuole la lingua straniera primaria è l'inglese, mentre in alcune scuole come alternativa all'inglese è offerto il tedesco. Come seconda lingua straniera viene maggiormente offerto l'italiano, seguito da tedesco, inglese, francese, spagnolo, sloveno e macedone. L'offerta delle lingue straniere come materie obbligatorie e opzionali nelle scuole elementari della Città di Fiume si trova qui.

Le lingue straniere continuano ad essere apprese come insegnamenti obbligatori e opzionali nelle scuole medie e nelle università. Inoltre, l'Università di Fiume offre l'opportunità di studiare le lingue straniere nei dipartimenti di filologia - il Dipartimento di lingua e letteratura Inglese, il Dipartimento di lingua e letteratura tedesca e il Dipartimento di lingua e letteratura italiana - nei quali le lezioni sono svolte esclusivamente in lingua straniera. Le lingue straniere vengono apprese anche nelle scuole di lingua straniera, dove vengono inclusi alunni di tutte le età. Le persone della terza età hanno la possibilità di apprendere le lingue straniere presso l'Associazione nazionale pensionati, nella quale i corsi vengono tenuti da studenti volontari dei sopracitati dipartimenti.

I nostri obiettivi sono quelli di contribuire all'ulteriore sviluppo della consapevolezza riguardo l'importanza dell'apprendimento delle lingue straniere, specificando che, con un approccio adeguato, le lingue straniere possono venire apprese con successo a qualsiasi età; inoltre si vuole incoraggiare l'apprendimento delle lingue straniere in ambienti informali, ad es. attraverso l'apprendimento in tandem. Per coloro che ne avessero bisogno, forniremo un supporto per l'apprendimento delle lingue straniere attraverso l'approccio individualizzato, concentrandoci in particolare sui gruppi socialmente vulnerabili. Un ulteriore obiettivo è quello di trasmettere e ampliare le conoscenze scientifiche riguardanti l'apprendimento di una seconda lingua (non materna) nella comunità e di abbinare queste conoscenze con la pratica dell'insegnamento delle lingue straniere nelle scuole.

 

Bilingualism Matters è stato fondato dalla Professoressa Antonella Sorace dell'Università di Edimburgo.

 

Bilingualism Matters@Rijeka è stato istituito nell'ambito del progetto „Advancing the European Multilingual Experience (AThEME)”.

 

Questo progetto è finanziato dall'Unione Europea nell'ambito del Settimo programma quadro per la ricerca, lo sviluppo tecnologico e la dimostrazione con l'accordo di sovvenzione n.  613465.